Italiano
English
Contact Us
stars

Territorio

La regione è attraversata dagli Appennini da cui discendono numerosi colli dalle linee morbide che variano e ingentiliscono il paesaggio. Le sue verdi valli, pur nella loro unitaria bellezza, hanno tratti mutevoli: dall’alta del Tevere, confinante con la Romagna, fino a quella che scende a Roma e al mare; la fertile valle che ospita il Chiascio e il Topino; la valle del Nera, ricca di angoli caratteristici in una natura ancora incontaminata.

Il paesaggio umbro predilige l’acqua. A volte si affaccia in un placido lago, sia esso il Trasimeno vicino Perugia o il lago di Piediluco vicino Terni; a volte si ravviva in una intrepida cascata: le Marmore; a volte ancora si bea di una sorgente limpidissima che affascinò anche il poeta: le fonti del Clitunno. L’ ambiente naturale particolarmente suggestivo, la presenza di numerose acque minerali e termali, la storia delle città impressa ancora nella loro architettura, la calda ospitalità dei ristoranti e delle trattorie tipiche, ove si preparano alla maniera antica piatti semplici e genuini, caratterizzano questa regione

L’Umbria è una terra di pace e di tranquillità. È la regione di San Francesco, Santa Chiara e Santa Rita da Cascia. Il Sentiero Francescano che parte da Assisi e arriva a Gubbio e alla Verna, passando per Perugia e Valfabbrica, segna un perfetto scenario nello spiritualismo di questi luoghi. Novantadue comuni e cento città emanano idee e culture diverse, unite dall’arte e dalla storia.

Gli accenti della gente umbra sono svariati come le loro specialità culinarie che accolgono elementi toscani, romagnoli,  e marchigiani. I sapori della cucina sono quelli tradizionali e i vini sempre pregiati. L’Umbria è il cuore verde d’Italia. Narni è addirittura il suo esatto centro geografico. Fin dagli inizi il ruolo di questa terra è stato quello di un importante crocevia di uomini e di idee. Così si è formato nei secoli il carattere di questa gente: accogliente, sereno e aperto, proteso alla migliore qualità della vita sia in campagna che in città.

Il territorio umbro è caratterizzato da paesaggi collinari, piccoli borghi e boschi. Un paesaggio che il Perugino rese immortale nei suoi dipinti. Oggi possono essere visitati sei parchi regionali e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini che sconfina nelle Marche. Il turista intraprende un viaggio fra mito e storia, all’interno di scenari gotici, barocchi e rinascimentali, dove sorgono fantastiche torri e imponenti castelli, segno di un trascorso vitale e importante. Ma il cuore d’Italia batte ancora e l’Umbria è, ad oggi, una regione viva in ogni stagione dell’anno. È sempre possibile assistere a eventi con artisti di grande fama o esordienti che faranno di sicuro parlare di sé.

In estate a Perugia e in inverno a Orvieto, salgono alla ribalta le più grandi star del panorama musicale per Umbria Jazz. Inoltre non dobbiamo dimenticare: I Ceri e l’albero di Natale più grande del mondo di Gubbio, Spoleto Festival, Todi Arte Festival, i Segni Barocchi e la Quintana a Foligno e la Sagra Musicale Umbra con musica d’ispirazione sacra. Le stagioni di prosa sono doppie, una per stagione, con il Teatro Stabile (un circuito di ben 14 teatri) che è noto dal 1985 per le sue interessanti produzioni. L’Umbria: una terra antica rivolta al futuro.

La Tradizione Umbro Toscana

L’ Umbria è anche nella sua gente che ha raccolto e conservato, da una tradizione remota, l’arte della produzione ceramica, tessile e dolciaria artigianale, nella lavorazione del ferro, del rame e del legno.

Con le sue numerose manifestazioni l’Umbria evidenzia la sua vocazione di regione fedele custode di antiche tradizioni e così, nel corso dell’anno, ogni città o borgo ama rivivere i momenti più significativi del passato, esaltandoli con la partecipazione attiva di tutta la sua gente che conferisce ad essi una genuinità difficilmente ripetibile altrove.

Le Città ed i Paesi dell’Umbria

Le sue città, gemme d’arte, intatte fino ad oggi a pochi passi l’una dall’altra: Perugia, il capoluogo di regione, Assisi, Gubbio, Città di Castello, Foligno, Gualdo Tadino, Orvieto, Spoleto, Spello, Terni, Todi, Trevi, Cascia, Norcia, Montone, Pietralunga, Monte Santa Maria Tiberina, Citerna, Monterchi e tante altre, fanno dell’Umbria una città-regione unica al mondo.

Tutte rivelano la loro matrice medioevale, si cingono di mura turrite, salde d’ alture e declivi, custodiscono la trama di antiche strade, aprono a squarci panoramici di sconfinata bellezza e conservano il ricordo delle vicende che le hanno viste protagoniste nella storia con gli etruschi, i romani, i longobardi. Tutte custodiscono in mirabili opere d’arte, nelle chiese, nei musei e nelle caratteristiche piazze, il mistero delle pietre etrusche, l’arditezza delle opere romane, la limpidezza delle architetture cristiane, la straordinaria bellezza delle pitture rinascimentali.

Il Clima in Umbria

Dal punto di vista morfologico l’Umbria presenta una notevole varietà. Ci sono le splendide colline che producono un vino ed un olio che non hanno eguali, ci sono le pianure solcate da fiumi importanti e ci sono le montagne. Questa varietà dona all’Umbria un clima particolare in cui le caratteristiche climatiche tipiche delle regioni mediterranee sono modulate dalla presenza della catena appenninica.

La mancanza di uno sbocco sul mare fa il resto. Le estati sono calde e secche. Gli inverni, rigidi e nevosi vicino alle montagne, diventano miti nelle pianure e nelle valli. Splendidi un po’ ovunque la tarda primavera ed il primo autunno. Le piogge annuali sono comprese tra 850 e i 1200 mm. I mesi piovosi sono novembre e marzo. Da dicembre a febbraio non e’ rara la neve, soprattutto in prossimità degli appennini. Solitamente caldo asciutto da giugno a settembre inoltrato con punte sopra i 30 gradi centigradi in luglio e agosto. Mite e delicato maggio, piacevolmente fresco ottobre.

Contact Us

[contact-form-7 404 "Not Found"]
Perugia Agriturismo Podere Caldaruccio La Pineta vicino Gubbio & Assisi

Perugia Agriturismo Podere Caldaruccio La Pineta vicino Gubbio & Assisi